В Больцано знешкоджено бомбу часів Другої Світової Війни / Bolzano: disinnescato con successo l’ordigno bellico a Campo di Trens

У містечку Кампо Тренс, що розташовано у провінції Больцано, успішно завершилась операція по знищенню американської авіабомби з часів Другої Світової Війни. Рятівниками-волонтерами Служби Цивільного Захисту Італії  було евакуйовано 120 осіб, які проживали у т.зв. червоній зоні.

Знищенням бомби займалися військові експерти з НСЦО ( Національна служба цивільної охорони)  Італії.

Джерело : www.ilgiornaledellaprotezionecivile.it

Ottimo coordinamento per le operazioni di disinnesco e brillamento di una bomba della seconda guerra mondiale ad alto potenziale esplosivo. L’ordigno, rinvenuto Campo di Trens, nella frazione di Pruno, a Bolzano era di origine americana. Le operazioni hanno comportato l’evacuazione di 120 persone e il blocco del traffico stradale

E’ stata disinnescata ieri mattina (domenica 21 febbraio), la bomba di aereo americana, residuato dalle seconda guerra mondiale, rinvenuta a Campo di Trens, nella frazione di Pruno, a Bolzano. Per le operazioni di disinnesco è stata necessaria l’evacuazione di 120 persone e lo stop al traffico stradale, autostradale e ferroviario tra Vipiteno e Bressanone.
Gli interventi hanno preso il via alle 7 del mattino, con l’insediamento della centrale operativa presso la caserma dei Vigili del fuoco volontari di Vipiteno. Sotto il coordinamento del Commissariato del Governo di Bolzano, hanno lavorato fianco a fianco Carabinieri, Polizia, Polizia stradale, Protezione civile, Vigili del fuoco, Servizio strade, Autobrennero e ovviamente Esercito. 25, infatti, gli artificieri del 2° Reggimento Genio guastatori alpini di Trento pronti a rendere innocuo l’ordigno risalente alla seconda guerra mondiale, con un diametro di 20 cm., una lunghezza di 80 cm. e un alto potenziale esplosivo.
Alle ore 7.30 si è provveduto ad evacuare i 120 abitanti che risiedono in un raggio di 700 metri dal luogo delle operazioni, e per i quali era stato approntato un centro di accoglienza che ha però dato ospitalità solamente a due persone. Per motivi precauzionali, inoltre, a 400 persone è stata tolta la corrente elettrica, mentre alle 8.30 è stato bloccato il traffico stradale e ferroviario. Statale, A22 e linea del Brennero sono state chiuse per consentire le operazioni di disinnesco in totale sicurezza. Il disinnesco è avvenuto in largo anticipo rispetto al previsto, dato che alle ore 10.10 i due artificieri dell’Esercito hanno reso inoffensiva la bomba, che è stata quindi trasportata presso la ex-polveriera di Stilves dove è stata fatta brillare in completa sicurezza. Già alle ore 10.20, dunque, tutte le operazioni erano  concluse senza problemi, e sono state riaperte al traffico strade, autostrada e ferrovia.

“La scelta di effettuare l’intervento in una domenica – sottolinea il direttore dell’Agenzia per la protezione civile,Günther Walcher – è motivato dal fatto che lungo le arterie interessate non transitano molti mezzi pesanti, e che la stragrande maggioranza del traffico automobilistico non è legato a questioni di lavoro. Un modo, dunque, per ridurre al minimo i disagi di un’operazione che deve avvenire comunque alla luce del giorno”. 

Perfettamente funzionante anche la macchina comunicativa della Protezione civile provinciale: per la prima volta, oltre ai comunicati via radio diffusi dalla Centrale viabilità, è stato inviato un messaggio push su inizio e chiusura delle operazioni a tutti i 100mila utenti della app Meteo Alto Adige.

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*